Leggere è importante: perché fa bene al tuo cervello

leggere importante memoria
Condividi:

Leggere è importante, questo è risaputo. Infatti, leggere costantemente dei libri non solo aumenta il tuo QI (Quoziente Intellettivo), ma sapersi nutrire con la lettura, realmente si ottengono degli ottimi benefici a lungo termine.

Puoi prendere integratori per migliorare la tua memoria e per favorire la concentrazione in caso di studio o lavoro intenso. Per aiutare la tua memoria puoi assumere fosforo, olio di pesce o altre sostanze. Puoi acquistare un buon corso per farti capire i segreti di come poter migliorare le tue performance cerebrali.

Insomma, esistono innumerevoli metodi che, verosimilmente, possono aiutarti a migliorare la memoria e il funzionamento cognitivo con esercizi di allenamento del cervello. Ma uno dei modi più economici, più semplici e più testati nel tempo per allenare il cervello è proprio quello di leggere costantemente. A questo proposito ti consigliamo di visitare un blog di recensioni libri, volandosuilibri.it, che potrà aiutarti a scegliere in modo intelligente cosa leggere.

Il tuo cervello reagisce positivamente agli impulsi, per questo leggere è importante

Il fatto che la lettura faccia bene al cervello, ormai è risaputo. Tuttavia, esistono delle ragioni se ti stiamo consigliando di leggere costantemente un buon libro, piuttosto che stare tutto il giorno sui social! Vuoi sapere quali sono queste ragioni?

Studi scientifici fatti da pochissimi anni, hanno portato alla luce interessanti novità. Infatti, si è scoperto che leggendo si riesce a diventare più empatici e a migliorare la memoria. Si è dimostrato che leggere è importante perché può farci sentire in forma, senza stress, aumentare l’autostima e la positività, diminuendo anche le probabilità di sviluppare malattie tipo l’Alzheimer.

Leggere è importante perché il cervello lavora di più e meglio

L’impatto più importante si ha nell’area del lobo temporale sinistro. Qui si associa la comprensione del linguaggio parlato ed è dove il cervello sceglie le parole associate alla ricezione della lingua. In questa zona del cervello, l’elaborazione di materiale scritto — dalle lettere alle parole alle frasi alle storie stesse — attira l’attenzione dei neuroni mentre iniziano il lavoro di trasmissione di tutte queste informazioni. Ciò accade anche quando elaboriamo i discorsi e le parole da dire. È così che la lingua parlata, ma anche la lettura animano il cervello a lavorare di più e meglio.

In genere quando leggiamo, il cervello attiva le sue sinapsi e ci offre del tempo per riflettere e pensare. È la lettura che ti aiuta a comprendere meglio le cose. Perciò, se vuoi iniziare a preservare la giovinezza del tuo cervello inizia sul serio a pensare di leggere perché è importante e ne beneficerai in vecchiaia.

La lettura lavora positivamente anche per chi è affetto da dislessia

Se tu, o qualche tuo conoscente, avete alcune difficoltà a leggere, essa può aiutarti a reagire positivamente. Per chi è affetto da dislessia, anche lui può raccogliere i frutti della lettura. Leggere è importante, lo hanno dimostrato alcuni studiosi. Hanno scoperto che 100 ore di lezioni di lettura correttiva hanno migliorato la qualità della sostanza bianca del cervello in bambini, con problemi nella lettura, di età compresa tra 8 e 10 anni.

La sostanza bianca si riferisce al tessuto che trasporta i segnali tra le aree della materia grigia. È qui che avviene l’elaborazione delle informazioni. La conclusione dei ricercatori è stata alquanto sorprendente. Infatti, il cervello di questi bambini aveva iniziato a interagire dando impulsi positivi all’intero cervello e non solo alla corteccia temporale incentrata sulla lettura.

Conclusione

Esercitarsi in modo prolungato a leggere è importante. Questo perché il cervello, nel tempo, perde la sua capacità di controllare gli intricati processi che gli consentono di funzionare al meglio. Perciò, la soluzione è molto semplice: spegni il telefono e il computer e dedica giornalmente un paio di ore per leggere. Vedrai che molto presto ti sentirai un’altra persona!

Condividi: